Fac bonum

Mi colpisce su Repubblica di oggi un pensiero (apparentemente semplice) della filosofa ungherese Agnes Heller, che è morta nei giorni scorsi.

Ritengo che questo tema sia di grande importanza soprattutto oggi: perché fare il bene e non il male? perché fare il bene quando non è vantaggioso per me, mentre il male offre opportunità e guadagni? e poi: che male c’è nel fare questo e quello? Eccetera…

Sono domande da prendere sul serio e a cui tentare di dare risposta.

Oggi c’è bisogno di riscoprire la riflessione e l’educazione morale, pur nella diversità dei sistemi etici di riferimento.

Morale, non moralismo.

Un pensiero su “Fac bonum

  1. sandro bovassi

    19-07-22 lunedì 21:00ca

    ma che male c’è?
    è pur sempre razionale
    avere un pensiero nuovo
    che esprima il caso
    intelligibile il dire che
    sempre meglio che il non

    abbiamo la morale per
    ogni storia che racconti
    un bel senso del
    per quello che si cerca
    poi di fare

    cosa è la morale?
    quella della fine del racconto?
    quella che ti fanno se tu fai?
    morale è ciò che immorale non è
    ma quel che resta amorale?

    mangio un panino
    non c’è niente di immorale
    ma se fosse col prosciutto?
    a qualcuno parrebbe immorale
    se ci fosse la lattuga
    alle lumache dispiacerebbe
    ma se avessi fame ancora
    potrei azzannare quel che c’è
    è la scelta che distingue
    o il bisogno che da limiti?
    la mia morale mi mangia
    ma non mi fa mangiare
    la tua morale mi rinchiude
    ma non fa avanzare
    la morale è la sola
    strada aperta

    La morale è l’insieme dei valori o principi ideali in base ai quali l’individuo e la collettività decidono liberamente la scelta del proprio comportamento. Tali valori si originano dalla realtà sociale e politica, si riferiscono all’organizzazione economica e giuridica, si rifanno alle tradizioni di una collettività e quindi mutano nel loro percorso storico.

    Spesso i termini etica e morale sono usati come sinonimi ma, mentre la morale considera come dati di fatto le norme e i valori, l’etica svolge su di essi una riflessione speculativa, cerca, cioè, di darne una spiegazione razionale.

    Relativo ai costumi, cioè al vivere pratico, in quanto comporta una scelta consapevole tra azioni ugualmente possibili, ma alle quali compete o si attribuisce valore diverso o opposto (bene e male, giusto e ingiusto)

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.