Emilio De Marchi: tenere viva la memoria

Stamattina ho partecipato alla manifestazione in onore dello scrittore Emilio De Marchi, sepolto nel cimitero di Paderno insieme alla moglie Lina e alla figlia Cesarina, morta in giovanissima età.

Davanti alla tomba di famiglia hanno parlato Luciano Bissoli (presidente dell’associazione La Compagnia del Pilastrello e cultore di arte e storia locale), don Paolo Boccaccia (parroco) e la prof.ssa Rosaria Angioletti (dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo che porta il nome dello scrittore ed ex sindaco).

Dopo la visita al cimitero, la manifestazione è proseguita nell’atrio della scuola elementare di via IV Novembre, dove è stato posto il busto bronzeo di De Marchi con lettura di suoi testi ed esecuzione di musiche a cura di un gruppo di studenti. Presenti numerosi alunni, genitori, insegnanti, la preside, il parroco, l’Amministrazione Comunale con il Vicesindaco Bogani, l’assessore alla cultura Arianna Nava, gli ex sindaci Ambrogio Varisco, Ezio Casati e Marco Alparone ed altri esponenti politici.

L’effigie di De Marchi è stata realizzata nel 2001 in occasione del 150° anniversario della nascita (copia in bronzo a cura dello scultore padernese Milo su gesso di Giulio Branca) ed è rimasta per 18 anni in attesa di collocazione, come ha fatto notare Bissoli, da anni impegnato a tenere vivo il ricordo del letterato.

Ringrazio e faccio i complimenti agli organizzatori perché sono convinto che dalla cultura e dalla memoria una comunità possa trarre linfa e ispirazione per il presente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.