Donne, violenza, cinema: sabato 1 dicembre in Tilane

Segnalo la seguente iniziativa condotta e promossa da Nicola Turano (capogruppo di Forza Italia), che la presenta con queste parole. Sarò presente con piacere e parteciperò al dibattito.

PRESENTAZIONE DEL FILM “LA DONNA CHE MI SALVO’ LA VITA”

“Una storia di coraggio, di amicizia e di mistero.
Una giovane ragazza viene coinvolta in una serie di brutali omicidi.
Determinata a scoprire fino in fondo il colpevole di tutto, capisce ben presto che per risolvere il mistero, avrà bisogno dell’aiuto di persone speciali, fino a quando non verrà a conoscenza di un importante verità che le cambierà la vita.”
Questo recita la trama del film “La donna che mi salvò la vita”, film diretto e prodotto da Egidio Maggi che avrà come tema centrale quello della violenza sulle donne e che sarà presentato in esclusiva sul nostro territorio, la nostra amata Città : Paderno Dugnano.
Tutto ciò sarà reso possibile dall’associazione PEOPLE MOVER, associazione molto attiva sul tema della cultura con all’attivo organizzazioni di mostre e convegni sul territorio.
Uno degli obiettivi di PEOPLE MOVER è proprio quello di valorizzare il talento, lo stesso talento che ha dimostrato Egidio Maggi e tutto il cast del film.
Questo film racchiude una storia nella storia, quella del regista.
Un esempio di forza di volontà, di lotta per i propri sogni, del non arrendersi mai.
Una storia molto curiosa quella del regista e del suo film che lascerà tutti con il fiato sospeso…
Appuntamento a Sabato 1 Dicembre alle ore 20.45 in auditorium Tilane, piazza della divina commedia, Paderno Dugnano.

Nicola Turano

Villaggio, cittadini in azione contro il buio

Il problema è stato segnalato più volte all’Amministrazione Comunale da residenti preoccupati dalla situazione dei sottopassi Rho-Monza completamente al buio e, nel caso di via Trieste, con un fondo stradale del marciapiede / pista ciclabile piuttosto pericoloso.

Occorre accendere i riflettori su una situazione che non può essere tollerata.

Passaparola e vieni anche tu!

Di seguito l’iniziativa dei Circoli Acli – Legambiente – Meridiana.

Per protestare contro lo stato di trascuratezza dei sottopassi di via Trieste e via Brasile, lasciati completamente al buio e per questo pericolosi, il Circolo Acli Villaggio Ambrosiano, il CCIRM, il Circolo Eco-culturale La Meridiana e il Circolo Grugnotorto Legambiente, hanno indetto una manifestazione di protesta che avrà luogo sabato 1/12 alle ore 17.30, con ritrovo di fronte all’ingresso della scuola Curiel.
Sarà anche l’occasione per richiamare l’attenzione degli organi competenti sul grave rischio che i lavori, relativi alla riqualificazione in autostrada della Rho Monza, già pesantemente in ritardo, subiscano ulteriori ritardi inaccettabili a causa di ventilati problemi finanziari di una delle aziende che compongono il consorzio che si è aggiudicato l’appalto.
Si invita la cittadinanza a partecipare

Gli organizzatori


Stop #Carrefour: il ruolo della Lega, il grande lavoro dell’opposizione e la voce non ascoltata dei commercianti

Pubblicato ieri su YouTube il videoservizio Brianza TV di Pier Mastantuono sulla Commissione Territorio dedicata alla questione dell’ampliamento del Centro Commerciale Brianza.

La Lega tira il freno a mano, l’ex sindaco Alparone prova a dire: “Avanti tutta!” e il suo predecessore Casati rileva la mancanza di chiarezza/partecipazione e il totale non ascolto delle ragioni dei commercianti padernesi.

In occasione dell’incontro pubblico del 5 giugno scorso in aula consiliare (organizzato non dall’Amministrazione ma da una rete di forze politiche di opposizione e associazioni) avevo chiesto a ConfCommercio di rendere pubbliche le osservazioni interessantissime che sono state presentate ma non adeguatamente considerate dalla Giunta. Ad oggi tale documento non è ancora a disposizione della cittadinanza: varrebbe la pena di renderlo noto a tutti, e non solo agli addetti ai lavori, perché si comprenderebbe – da una voce terza rispetto alle forze politiche di opposizione – che l’ampliamento Carrefour è fondato su ragioni deboli.

L’opposizione della Lega a questo progetto è solo l’ultimo step di un lungo percorso che ha visto impegnate le forze politiche di minoranza e alcune associazioni locali: sul tema Carrefour negli ultimi due anni è stato raccolto un dossier ampio e circostanziato, di cui Bogani e i suoi collaboratori non vogliono tenere conto.

La Lega ha semplicemente certificato che questo progetto di ampliamento non ha senso.


Forestiamo #PadernoDugnano!

La presenza ieri a Mantova al Forum mondiale sulla forestazione urbana di una delegazione padernese del CCIRM per illustrare l’idea progettuale Infrastruttura Verde deve riempirci di orgoglio e darci forza per continuare a sognare una Paderno Dugnano più verde, più sana, più bella, più vivibile

Basta costruire palazzine nei parchi!

Basta progettare ampliamenti del Centro Commerciale Brianza!

I cambiamenti climatici impongono a Paderno Dugnano una politica ambientale che non ha nulla a che vedere con quanto fatto dalle giunte Alparone-Bogani che amministrano la città dal 2009.

La lista civica Insieme per cambiare è un motore di progresso e di innovazione che può regalare a Paderno Dugnano un futuro straordinariamente bello.

Aiutaci: parla di noi ai tuoi amici! Dacci una mano!

Non siamo un partito, ma cittadini come te che lavorano per l’interesse comune (non per quello dei soliti noti).

Variante Carrefour: PD fortemente critico

Ricevo da Antonella Caniato (capogruppo e segretaria PD) il seguente comunicato:

Paderno Dugnano, 27/11/2018

In data 26/11/2018 si è tenuta la commissione consiliare territorio riguardante il progetto di ampliamento del Centro Commerciale Brianza (Variante parziale n.2 al PGT vigente).

Il Partito Democratico sez. “A. Gramsci” di Paderno Dugnano è fortemente critico verso il metodo utilizzato, il contenuto descritto e il Vicesindaco facente funzioni di Sindaco Giancluca Bogani.

Infatti, data l’importanza della proposta in discussione, riteniamo che la convocazione di una commissione “aperta anche al contributo di soggetti esterni” e “compatibilmente con i tempi della seduta” non sia sufficiente; è necessario intraprendere un percorso di ascolto e confronto vero con singoli cittadini, enti e associazioni di categoria e non di Paderno Dugnano, in vista di assemblee pubbliche dislocate in tutti i quartieri. La scelta effettuata denota un fatto ormai noto: la scomparsa della parola “partecipazione” dal vocabolario dell’Amministrazione comunale.
(A quando il nuovo “Regolamento della Partecipazione?”)

Non sono state fornite risposte soddisfacenti su quesiti tecnico/strategici, tra i più importanti: prescrizioni in merito ai consumi energetici, misure di mitigazione ambientale, bilancio occupazionale con ricadute sulle attività commerciali della nostra città.

Riteniamo incurante degli interessi dei cittadini l’intervento del Vicesindaco, il quale non ha tenuto conto delle osservazioni emerse non solo da parte delle forze di opposizione, ma anche da parte del suo partito politico di riferimento.

Il segr. della Lega Nord di Paderno Dugnano ha infatti espresso chiaramente l’indisponibilità dei suoi consiglieri comunali a supportare la proposta attuale.

Vano è il tentativo messo in atto da questa Amministrazione di scaricare la responsabilità delle decisioni.
Chiediamo che si operi d’ora in poi negli interessi esclusivi dei nostri concittadini, abbandonando le logiche di opportunità politica ed elettorale a cui si è scelto di ottemperare.

Coord. Partito Democratico di Paderno Dugnano”

World Forum and Urban Forests

C’è anche Paderno Dugnano al Forum mondiale sulle foreste urbane! Grazie a Marzia, Marinella e Luigi che rappresentano la nostra città a questo evento che guarda al futuro!

Infrastruttura verde

Convegno su forestazione urbana. Si comincia.

Marzia Ripamonti, Marinella Cozzi e Luigi Lunardi. A Mantova per rappresentare il volto più bello di Paderno Dugnano, il desiderio di una città libera dall’assedio del cemento e protesa verso un più equilibrato rapporto con la natura!

View original post

Comasinella, il commento del promotore Rubagotti

Ricevo da Gianni Rubagotti (Radicali) il seguente comunicato stampa che pubblico volentieri. Riconosco a Rubagotti l’impegno dimostrato sul tema della via Comasinella.

Dopo 2 anni l’idea di sperimentare la pedonalizzazione mettendo insieme recupero della storia locale e valorizzazione del commercio è riuscita ad arrivare in Consiglio e, non senza colpi di scena, con il principale gruppo della maggioranza che prima si è espresso quasi in maniera contraria seguito da una dichiarazione collettiva di voto favorevole, passa all’unanimità.

Nessuno ha ricordato che l’idea nasce dal sottoscritto e nessuno ha ricordato che ho potuto elaborarla grazie ai libri sulla storia locale fortemente voluti dall’ex ViceSindaco e Sindaco Gianfranco Massetti.

Ma sono contento lo stesso per una serata in cui l’opposizione ha fatto da forza di governo portando la giunta non solo su questa proposta ma anche al tentativo di inserirsi nel progetto Mind in corso nell’area post-Expo.

Ora vedremo se Paderno sarà l’unico comune a valorizzare una strada che attraversa 3 province a valorizzarla e se si saprà dare una regia, magari regionale ma in collaborazione con le amministrazioni comunali e provinciali e Città Metropolitana, rendendo forse il primo tentativo di mettere a sistema le varie anime del nostro Comune l’occasione di mettere a sistema un asse vecchio forse anche più di 7 secoli per conquistarci un futuro migliore.

Per intanto ecco l’intervista che ho fatto a Massetti sulla videoenciclopedia di Paderno Dugnano fatta nel 2012, poco dopo essermi occupato di riaprire al pubblico il Pilastrello citato da Giovanni Giuranna.

Gianni Rubagotti