Potere al Popolo scoppia? PRC Paderno dice: Indietro non si torna

Ricevo da Rifondazione Comunista di Paderno Dugnano il seguente comunicato stampa:

COMUNICATO DEL CIRCOLO PRC A.CASALETTI PADERNO DUGNANO

BURATTINI SENZA FILI

Si sceglie di militare in un partito, si sceglie di avere delle posizioni ma pur sempre all’interno di un contesto unitario, si ricerca il dialogo , certo a volte è difficile , è dura, ci si scontra, poi si trova il modo di superare quell’ostacolo.
Costruire un qualcosa di nuovo,partendo dalla base, dai fabbisogni dei territori, dal cosiddetto “basso” non è impresa facile anzi. Strutture già esistenti possono appoggiare, aiutare ma non sempre comprendono quanto accade. I territori piu’ piccoli risentono di situazioni completamente opposte a quanto accade nelle grandi metropoli, ogni situazione non è mai nè uguale nè semplice.Come compagni di Partito della Rifondazione Comunista e Potere al Popolo di Paderno Dugnano, abbiamo creduto e continuiamo a credere che quanto è stato costruito finora non vada perso. Le ultime vicende nazionali pongono un quesito che per noi provenienti da realtà minori possono essere sinonimo di devastazione totale. Potere al Popolo ha rappresentato e tuttora rappresenta l’unico soggetto nuovo nato a sinistra, nato per includere, per condividere e per avvicinare persone che sentono il bisogno di esprimere realtà esistenti mai prese in considerazione, problematiche difficili che piano piano vengono analizzate alla ricerca di una valida soluzione.
Abbiamo con entusiasmo fatto nostre questioni di lavoro, confronti sindacali, affiancando le lotte dei lavoratori stessi, concedendo lo spazio per discussioni importanti come l’appoggio ad uno sportello LGBTQI, eppure l’oggi proclama l’ennesima divisione, l’ennesimo sogno infranto a causa di problemi burocratici, si propongono divisioni, ci sono soggetti che scelgono di andarsene, ci sono critiche, ci sono colpevolizzazioni, ma in tutto questo la famosa BASE, chi ha lavorato come si sente? Un burattino in mano ad altri, ma veramente si puo’ dire a compagne e compagni che si sono avvicinate, che sono ritornate a far politica : “scusate il progetto è fallito poichè mancava la pubblicazione di uno statuto, oppure il progetto non ci interessa piu’ e quindi Potere al Popolo da domani non esiste?” Infantilismo, superego,supremazia non appartengono al nostro circolo padernese, si intrecciano rapporti umani con le persone non sono robot da gettare via. Il nostro spirito comunitario continuerà a primeggiare lasciando la porta aperta senza divieti per nessuno, associazioni movimenti e partiti della sinistra radicale per continuare a lavorare con il fine ultimo di quel socialismo che ha come unico nemico il capitale.
I burattini senza fili dicono: “indietro non si deve e non si puo’ tornare”

Le compagne e i compagni PRC A.Casaletti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...