PD-M5S: Casati più aperto al confronto rispetto alla base dem padernese

Apprezzo l’intervento su facebook di Ezio Casati circa l’argomento di attualità politica nazionale, e cioè il confronto tra PD e 5 Stelle. Non tutti però la pensano allo stesso modo all’interno dell’elettorato dem padernese.

Per questo Ezio ha avuto coraggio a contrapporsi a chi, anche a Paderno Dugnano, preferisce la politica dell’arroccamento. Confrontarsi è un dovere perché la politica è mediazione.

Ho riflettuto a lungo, senza certezze, e penso sia opportuno fare qualche considerazione da condividere.
Prima di tutto penso sia propedeutico dichiarare da subito che IN QUESTO MOMENTO non si sta parlando se fare o meno un governo assieme al Movimento 5 Stelle e… nessuno lo dice ma anche con LEU e con qualche altro cespuglietto politico.
Occorre decidere se è opportuno o meno attivare una fase di confronto.
Io penso sia opportuno andare a vedere le carte e cominciare a fare sottolineature non superficiali.
Non mi convince molto il contratto, anche se da qualche parte va di moda; cosa ci metto nel contratto, ognuno la sua parte?
Io ci metterei tante cose, per esempio il Jobs Act, la Buona Scuola alla quale un tagliandino necessita (non stravolgerla, ma una aggiustata)
La riforma Fornero, dopo le modifiche apportate dai nostri Governi, molto efficaci e riparatorie a mio avviso, che facciamo buttiamo via tutto in cambio di un disastro annunciato per le già precarie prospettive delle future generazioni?
Le politiche internazionali.
Reddito di cittadinanza o implementare quello che noi abbiamo già fatto e cioè il reddito di inclusione?
L’elenco è destinato ad allungarsi di molto, permettetemi qualche provocazione…
L’ILVA che facciamo… la chiudiamo come chiedono i pentastellati o proseguiamo come diciamo noi per garantire occupazione e cura dell’ambiente?
La TAV proseguiamo o buttiamo via tutto come vogliono loro?
Come si vede i punti di distinguo sono tanti e nel contratto non ci può stare tutto a partire da fatti improvvisi ed imprevisti.
E non cito gli insulti e le accuse ricevute in questi anni ed in campagna elettorale… Che facciamo? Facciamo finta che sia acqua passata o chiediamo perché volete fare un accordo con noi se veramente pensate di noi quello che avete detto?
Questa mattina ho incontrato molti amici e conoscenti che condividono l’esperienza di comunità del PD, moltissimi solo elettori, e la stragrande maggioranza mi dice
“UEH, EZIO CON QUELLI LA’ MAI… ALTRIMENTI…”
Io ho chiesto loro di fare un passo in più, di porsi una domanda: se dovessimo andare a rivotare con questa legge elettorale o con un altra legge proporzionale,
considerando che non bastiamo per fare un Governo, con chi faremmo alleanze???
Ecco, la stessa domanda dobbiamo farcela oggi e da qui discendere e discernere le nostre scelte.
Io sono per andare a vedere le carte, questo non vuol dire che si concluda un percorso che però va iniziato.
Teniamo conto che, per me, un Governo Lega – 5 Stelle sarebbe una tragedia.
Anticipo quelli che danno la colpa alla legge elettorale: RIEPILOGO: I 5 Stelle e Forza Italia sono per una legge proporzionale, la Lega vota tutto, noi la legge elettorale giusta l’avevamo fatta , è stata bocciata dalla Consulta e dal referendum, quindi occorre allearsi… Questo è lo stato dell’arte e da qui bisogna iniziare.

 Ezio Casati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.