Lasciar morire i negozi di vicinato è criminale

In attesa del tavolo di lavoro sul commercio, convocato stasera dalle coccinelle di Insieme per cambiare, vi invito a leggere l’omelia dell’Arcivescovo di Genova, Card. Bagnasco, per il Te Deum del 31 dicembre 2017.

Contiene una riflessione molto stimolante che dovremmo considerare attentamente.

(…) girando spesso per le vie, specialmente per i nostri carissimi vicoli – vedo quanto sia importante la rete dei piccoli commercianti: sono un reticolo di vicinanza alla gente, di specifica solidarietà, un presidio naturale del territorio. Salvano dalla piovra dell’anonimato. Lasciare che questa rete venga dissolta e i piccoli esercizi strangolati è criminale. Purtroppo, nel mondo si lascia che ciò accada in nome di interessi immediati. Richiamo l’attenzione di tutti: questo fatto è grave per il presente e, soprattutto, per il prossimo futuro. Ma – se siamo onesti – il fenomeno coinvolge tutti e, pertanto, è nelle mani di tutti, cittadini e istituzioni. Lo sfascio relazionale può valere un po’ di risparmio? Può valere un po’ di comodità per i singoli? Può valere un po’ di utili per l’erario? Un bene così grande come il riconoscersi nel vicinato, nel quartiere, il chiamarsi per nome, un sorriso e una parola, un interesse seppure occasionale ma che comunque strappa dall’anonimato e immette in una piccola rete di relazioni, che permette di sentirsi appartenenti ad un luogo, ad una piccola società… può essere svenduto? Non sarà possibile reagire creando consorzi specifici per abbattere i costi e resistere? Non sarà possibile intervenire maggiormente sulle locazioni degli esercizi? Non è in gioco l’economia soltanto, ma la qualità della vita di tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...