RE3 passa in Consiglio. Ma non è finita

E’ terminato all’una di notte il Consiglio Comunale dedicato alla Variante RE3.

Gli altri argomenti sono stati discussi (poco per la verità) solo dalla maggioranza in quanto l’opposizione è uscita dall’aula durante la trattazione dell’odg presentato dal centrodestra sulle droghe, del bilancio previsionale e dell’affidamento dell’illuminazione votiva nei cimiteri ad Ages.

In questo modo si sono abbreviati i tempi ed è stato così possibile trattare in modo adeguato la Variante a partire dalle ore 20,35. Il Sindaco aveva preventivato di iniziare a parlare di RE3 alle 22 tra pochi intimi.

A inizio seduta la minoranza attraverso la capogruppo Caniato aveva chiesto di anticipare il punto 6 (Variante RE3), anche per rispetto dei cittadini presenti. Non è stato concesso.

Mentre l’Assessore Bogani illustrava il progetto proiettando un powerpoint (alquanto promozionale), sono state depositate al tavolo della presidenza due questioni previste dal Regolamento (“sospensiva” e “pregiudiziale”), entrambe respinte con voto dalla maggioranza.

Quindi siamo entrati in argomento.

Non mi è possibile ora fare la cronaca dal dibattito, che ha registrato tensioni e momenti  tragicomici.

Protagonista dark della serata il presidente del Consiglio Comunale Umberto Torraca, che ha dimostrato di non essere la persona giusta al posto giusto. Con interventi mal calibrati ha alimentato il nervosismo, invece di stemperarlo, mettendo anche in difficoltà i due giovani agenti di Polizia Locale.

A notte fonda il Consiglio ha approvato l’adozione della Variante con il sostegno compatto della maggioranza (14 voti) e la contrarietà di PD e Insieme per cambiare (7 voti). I due consiglieri M5S autosospesi hanno seguito il dibattito dalla tribuna.

Ma non finisce qui.

Da oggi prende il via il secondo tempo della partita: pubblicazione degli atti, poi osservazioni e, infine, ritorno in Consiglio per l’approvazione definitiva.

Andiamo, dunque, avanti. Continuiamo a raccogliere le firme e a spiegare ai cittadini che l’operazione non è vantaggiosa per la collettività.

Grazie a tutti coloro che, in diversi modi, hanno fin qui condiviso e sostenuto la lotta per salvare il PARCO di via Gorizia / via Dalla Chiesa.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...