Grandi manovre sui malati cronici: diritto alla cura o altri interessi sulla salute?

Sulla testa dei malati cronici pende una decisione sulla quale molti dei diretti interessati non sanno ancora quasi nulla. Questo provoca preoccupazione e timori.

Da una parte l’apparato sanitario regionale si muove affinché i malati cronici scelgano un “gestore” della loro salute (vedi documentazione sul sito di Regione Lombardia), dall’altra l’associazione Medicina Democratica e altri soggetti del settore lanciano l’allarme.

Per capirci qualcosa segnalo il volantino di Medicina Democratica, pubblicato nelle scorse settimane dal blog padernese Cara Terra Mia.

Segnalo anche alcune iniziative da monitorare attentamente.

Un esempio tra i diversi possibili in questo periodo: il direttore dell’ASST Melegnano e Martesana, dr. Mario Alparone (fratello del nostro Sindaco), ha promosso nei giorni scorsi un incontro a Cernusco sul Naviglio con i pazienti cronici per illustrare le nuove modalità di presa in carico (vedi sito dell’ospedale di Melegnano e resoconto giornalistico).

Purtroppo molti  medici di base hanno dato forfait (vedi Corriere della Sera del 5 ottobre 2017). Esiste però – ed è sempre il Corriere che lo riferisce in data 28 ottobre – un’azione di protesta promossa dai medici di famiglia.

Quale sarà il futuro di persone malate e fragili? Prevarrà il diritto alla salute o la sua commercializzazione con vantaggi economici per la sanità privata?

In primavera ci saranno le elezioni regionali… Vorremmo capire meglio quale futuro ci toccherà in sorte in ambito sanitario.

Il 29 novembre a Milano è in programma un evento di rilievo:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...