Profluvio di commenti da parte dei cittadini contro l’Amministrazione Comunale

In questi ultimi giorni la rete trasuda di commenti dei cittadini padernesi contro alcune azioni – giudicate incomprensibili – dell’Amministrazione Comunale. Un profluvio di interventi, prevalentemente di carattere negativo. Toni stupiti, misti a sbigottimento e incredulità. Anche rabbia.

Prima il taglio totale degli alberi nel giardino della ex scuola materna di via Tunisia al Villaggio Ambrosiano, senza una parola di avviso ai residenti. Questi hanno visto arrivare in quartiere un altissimo braccio meccanico e hanno letto il cartello apposto in zona: “potatura alberi”. Poi sono rimasti scioccati dall’abbattimento generalizzato delle piante. L’ordine era di non fare prigionieri. E – cosa ancora più grave – nessuna parola di spiegazione, né prima né dopo. L’unico che si è sentito in dovere di intervenire per fornire una spiegazione è stato Franco Targa (presidente della cooperativa sociale Emmaus) su questo blog. Silenzio totale da parte del Sindaco e dei suoi collaboratori. Vergognoso!

Poi la scoperta nel giardino della scuola elementare di Palazzolo di un lavoro indecente ai danni di un grosso cedro del Libano, che è stato soffocato dall’asfalto fino al tronco. Come farà a sopravvivere? Ne ho parlato giovedì sera in Consiglio Comunale per denunciare la pessima qualità degli interventi realizzati da questa Giunta. Guardate la foto, anzi andate di persona a vedere a Palazzolo… e poi ditemi se è normale che un lavoro venga realizzato così (utilizzando peraltro soldi pubblici).

L’operaio che ha realizzato l’intervento è un incompetente o ha eseguito degli ordini? E da parte del Comune nessuno ha controllato?! Incredibile, anzi inqualificabile!

Infine l’eliminazione completa dei tigli di via Sant’Ambrogio.

Molte persone scrivono su facebook il proprio sgomento: “Che tristezza!”, ” Costa meno tagliare che sistemare marciapiedi e strade punto”, ” Non ho parole per commentare”, “Ma perché li tagliano? Nn sembrano neanche piante malate!!!”, ” Lo sport preferito di questa amministrazione è tagliare piante e favorire la costruzione di case”, “Perché abbattere alberi che sono poi sani e non malati. Paderno era un polmone verde fra poco sarà un polmone d’asfalto. Ci stanno togliendo tutto“, “ Guardando il viale non capisco che fastidio davano queste piante. Che vergogna”, ” Io abito a Varedo ma passo sempre da lì. Ieri mattina ho pianto mi credete?! Ho anche discusso con gli operai… non ci potevo credere… da quanti anni erano li? Una vergogna”…

Guardate con attenzione il video che segue e che si riferisce al taglio del filare est (1 agosto 2016).

Prima o poi qualcuno si accorgerà che questa Giunta non ama il territorio e non ne ha cura.

Forse si capisce da quali menti illuminate scaturisce il piano RE3 che intende cementificare un’area verde pubblica, a pochi metri di distanza dall’area Scaltrini dove in futuro sono previsti almeno altri 200 appartamenti. Il tutto in prossimità della Rho-Monza, proprio nella zona dove l’Amministrazione Comunale, con evidente schizofrenia, attende (insieme al CCIRM) di ricevere risposte per la realizzazione di dune e zone boscate a scopo di mitigazione ambientale…

Fermiamoli finché c’è tempo!

Firma la petizione Salviamo il Parco di via Gorizia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...