Ex materna di via Tunisia: abbattuti gli alberi, nessuna informazione ai cittadini

Una persona mi scrive:

Buongiorno. Ieri hanno già tirato giù il primo albero gigante… E’ assurdo: avevamo un albero gigante. Avevano messo un cartello “per potatura piante”

Un’altra registra il fatto e domanda:

Oggi abbiamo visto tagliare tutti gli alberi nell’ex asilo di via Tunisia😥 Sai perché?? 😩😩

Infine:

Alla faccia della trasparenza. Dobbiamo dire grazie a chi?

5 pensieri su “Ex materna di via Tunisia: abbattuti gli alberi, nessuna informazione ai cittadini

  1. Buongiorno a tutti,
    sono Franco Targa, presidente della Cooperativa Emmaus confinante con l’ex scuola materna di Via Tunisia.
    Come ormai tutti sanno la nostra cooperativa ha partecipato alla gara per l’assegnazione dell’area ormai dismessa dal comune per la realizzazione di un centro diurno per persone disabili.
    Abbiamo partecipato, come unico ente interessato, al bando di gara indetto dal comune (vedi calderina di maggio 2017) ma ci siamo dischiarati interessati solo a condizione che venissero “potati” gli alberi che sono stati lasciati crescere senza alcuna manutenzione per oltre 40 anni. Questi alberi avevano raggiunto un’altezza di oltre 30 metri ed il loro fogliame caduto in tutti questi anni aveva fatto si che il livello del terreno circostante fosse rialzato di circa 10-20 cm con problemi di infiltrazioni di acqua piovana nella struttura.
    Questi alberi avevano una chioma che debordava molto oltre i confini della proprietà e gravavano soprattutto sull’oratorio del villaggio e su alcune case confinanti.
    Su sollecitazione della parrocchia nel mese di giugno sono stati potati parzialmente per permettere lo volgimento dell’oratorio estivo ed è allora che ci si è resi conto che le piante non erano in perfetta salute.
    Forse è per questo motivo che il comune, con i loro esperti, ha deciso la completa rimozione degli alberi che non potevano essere potati senza correre il rischio che qualche colpo di vento creasse qualche disastro.
    A questo punto anche la nostra cooperativa potrà dichiararsi d’accordo sulla firma del contratto di locazione che potrà avvenire (speriamo) nei prossimi giorni.
    Sul nostro sito sono disponibili alcuni aggiornamenti:
    –> http://shop.coopemmaus.it/index.php/it/notizie/73-newsletter-1-1.html
    Siamo comunque a disposizione per fornire dettagli sulla nostra iniziativa e ci farebbe piacere se vorrete venire a visitarci
    Franco

    Mi piace

  2. Armando

    Sig.Targa…è ha una pur vaga idea di quanto siano 30 mt di altezza?Calcoli 30 mt equivalgono più o meno a un palazzo di 10 piani.E vorrebbe farci credere che c’erano alberi cosi alti???In ogni caso,ormai il solertissimo ufficio che si occupa del verde pubblico,ha gia’ fatto cio’ che gli riesce meglio e quindi è tardi.Ci auguriamo tutti che la ccoperativa da lei presieduta abbia la gentilezza di ripiantumare il terreno.Se non è di troppo disturbo,certo

    Mi piace

  3. Renzo Trevisiol

    Quando si vince un appalto l’importante non è guadagnarci subito ma anzi “limitare i danni” con uno sconto che magari ti fa andare anche in perdita. Durante l’anno poi ci sono tanti lavori “minori” da 40.000 € iva esc. fuori contratto per i quali chissà come mai magari viene interpellato solo il vincitore del contratto di quella materia e che con uno sconto ridicolo si aggiudica “l’affare”. Quindi basta vedere chi esegue il lavoro “minore” e chi si è aggiudicatario del contratto e magari si capisce di più.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...