Piazza solidale: Africa al centro

Alle ore 11 vi aspetto in Tilane per una chiacchierata a più voci sull’Africa e sul saccheggio in corso che provoca movimenti di profughi.

Insieme a relatori di rilievo (il giornalista Raffaele Masto, l’infaticabile Paolo Sormani fondatore dell’associazione limbiatese Variopinto e Suor Agata Cantoni, missionaria comboniana) parlerò anch’io, attingendo all’esperienza missionaria fidei donum vissuta a Garoua, nord Camerun, con la mia famiglia da novembre 2000 a giugno 2002.

Il cammino verso il 26 maggio

L’orizzonte politico a cui tutti guardano è quello delle non lontane Elezioni Europee del 26 maggio. Segnalo un sondaggio che fa il punto, ad oggi, delle forze in campo.

Considerando quell’appuntamento, è utile prendere coscienza: cosa fa l’Europa per me.

L’azione degli euroscettici o eurodistruttori è chiara.

Qual è invece la strategia di coloro che credono all’obiettivo della costruzione di un’Europa unita?

Anche in prospettiva europea credo che sia necessario recuperare l’ispirazione originaria della politica, e cioè l’energia del civismo.

Potere al Popolo, Baracchi eletta nel coordinamento nazionale

La padernese Giovanna Baracchi è stata eletta nel Coordinamento nazionale di Potere al Popolo.

Pubblico un suo primo commento: “Sono stata eletta nel Coordinamento nazionale di Potere al Popolo. 39 donne e 41 uomini. Per la prima volta le candidature partono dal basso, dalle assemblee territoriali, dalle persone”.

Di seguito il comunicato di Potere al Popolo.

ELETTO IL NUOVO COORDINAMENTO: BUON LAVORO A TUTTE E TUTTI NOI!

A un anno dal lancio del progetto siamo orgogliosi e felici di aver portato a compimento il percorso di strutturazione di Potere al Popolo! (fatte salve le elezioni dei portavoce, che avverranno a breve!), di aver dotato il nostro movimento di tutti gli strumenti che saranno necessari per crescere, migliorarci, radicare la nostra azione sui territori, affrontare al meglio le prossime battaglie e l’opposizione al governo che ci dovrà vedere protagonisti!

Il coordinamento sarà composto da 80 persone, di cui 60 in rappresentanza dei nodi territoriali di Potere al Popolo e 20 di una lista nazionale.

Chi sono i nuovi eletti? Una grandissima parte giovani tra i 25 e i 40 anni, primo importante segnale. Sono tutti lavoratrici e lavoratori, precari, operai, insegnanti, studenti, pensionati, che si impegnano da anni nei percorsi di difesa dei diritti di tutti, per la democrazia sui territori, per la sanità, l’istruzione, il lavoro, cresciuti nell’associazionismo e nei comitati di base, lontanissimi dal carrierismo e dalle burocrazie che vivono nella politica. Il Coordinamento di Potere al Popolo è un piccolo specchio della realtà sociale che vogliamo rappresentare, dei soggetti popolari a cui vogliamo dar protagonismo e, appunto, potere decisionale.

Il nostro Coordinamento sarà partecipato da 39 donne e 41 uomini, una parità di genere quasi assoluta, del 50 e 50 in percentuale.
Di queste 39 donne, 31 sono espressione diretta delle mobilitazioni e dei percorsi che animano PaP su tutte le regioni e le province italiane.
Nessuna organizzazione italiana, a nostra memoria, attualmente può dire una cosa simile. Non si tratta di retorica o di riempire generiche quote rosa, si tratta di stimolare e riconoscere il protagonismo femminile come uno dei tratti caratteristici e portanti dell’intera azione e del dna di Potere al Popolo, a tutti i livelli.

Il nostro grazie a tutti quelli che hanno partecipato e reso possibile il raggiungimento di quest’ennesimo obiettivo. Grazie anche al Coordinamento dimissionario che ha portato a termine le operazioni e il mandato datogli dallo Statuto nel migliore dei modi.
Ai nuovi coordinatori buon lavoro: è solo l’inizio!

SUL NOSTRO SITO L’ESITO COMPLETO DELLE VOTAZIONI, QUI GLI ELETTI:

LISTA REGIONALE

Abruzzo
1. Emanuela Rossi – 32 voti

Basilicata
1. Antonella Rubino – 18 voti

Calabria
1. Maria Antonietta Di Cello – 59 voti

Campania
1. Chiara Capretti – 399 voti
2. Erminia Maiorino – 359 voti
3. Elisena Iannuzzelli – 332 voti
4. Antonella Avolio – 359 voti
5. Domenico Cordone – 282 voti
6. Giuliano Granato – 341 voti
7. Matteo Giardiello – 341 voti
8. Davide Trezza – 351 voti
9. Enrico Civello – 281 voti

Emilia Romagna
1. Chiara Pollio – 107 voti
2. Angela Rauseo – 94 voti
3. Lorenzo Trapani – 101 voti
4. Stefano Carosino – 103 voti

Estero
1. Aurélie Dianara – 52 voti
2. Andrea Mencarelli – 65 voti

Lazio
1. Elisabetta Canitano – 327 voti
2. Daniela Cortese – 247 voti
3. Bianca Pezzotti – 288 voti
4. Loredana Longo – 247 voti
5. Alessandro Toti – 293 voti
6. Roberto Luchetti – 210 voti
7. Simone Di Cesare – 226 voti
8. Riccardo Petrarolo – 182 voti

Liguria
1. Maria Elena Antinori – 47 voti

Lombardia
1. Roberta Maltempi – 156 voti
2. Manuela Cibellis – 151 voti
3. Viola Ramone – 86 voti
4. Giovanna Baracchi – 77 voti
5. Nicola Vox – 100 voti
6. Marco Rossi – 104 voti
7. Pietro Ambrisio – 91 voti

Marche
1. Alejandra Arena – 34 voti
2. Stefano Casulli – 40 voti

Molise
1. Rossella Griselli – 6 voti

Piemonte
1. Ilenia Argento – 62 voti
2. Gian Paolo Caiazzo – 53 voti
3. Massimo Gabella – 49 voti

Puglia
1. Silvia Piccinonno – 56 voti
2. Giovanni Tortora – 51 voti

Sardegna
1. Claudia Ortu – 43 voti

Sicilia
1. Valentina Castronovo – 94 voti
2. Damiano Cucè – 70 voti
3. Pierpaolo Montalto – 76 voti

Toscana
1. Francesca Trasatti – 197 voti
2. Emanuela Grifoni – 112 voti
3. Nicoletta Gini – 137 voti
4. Giovanni Ceraolo – 170 voti
5. Carlo Ghelli – 133 voti
6. Lorenzo Alba – 173 voti
7. Juri Landi – 132 voti

Trentino Alto Adige
1. Alessia Conforto – 11 voti

Umbria
1. Emiliano Camuzzi – 26 voti

Val D’Aosta
1. Maria Lancerotto – 9 voti

Friuli Venezia Giulia

1. Ivan Volpi – 23 voti

Veneto
1. Ilaria Boniburini – 65 voti
2. Luca Lendaro – 67 voti
3. Oreste Veronesi – 55 voti

LISTA NAZIONALE
1. Nicoletta Dosio – 1783 voti
2. Rosa Sica – 1427 voti
3. Carla Corsetti – 1212 voti
4. Marina De Felici – 1039 voti
5. Carolina Zorzella – 1178 voti
6. Manuela Ausilio – 781 voti
7. Antonia Romano – 1115 voti
8. Ornella De Zordo – 1201 voti
9. Salvatore Prinzi – 1557 voti
10. Sergio Cararo – 1086 voti
11. Mauro Casadio – 920 voti
12. Gianpiero Laurenzano – 1126 voti
13. Francesco Piobbichi – 1150 voti
14. Beniamino Simioli – 1097 voti
15. Franco Bartolomei – 810 voti
16. Francesco Piccioni – 969 voti
17. Francesco Tirro – 824 voti
18. Emanuele Salvati – 806 voti
19. Salvatore Cosentino – 699 voti
20. Raffaele D’Agata – 563 voti

Chirurgia etica

Lavorando nella “scuola media” a stretto contatto con tanti preadolescenti, e osservando alcune ricorrenti dinamiche relazionali o ascoltando le giustificazioni di certi loro comportamenti mi viene da pensare che sia urgente rimettere la riflessione etica al centro delle nostre attenzioni.

Alla stessa conclusione arrivo anche osservando il mondo degli adulti.

C’è bisogno di uscire dall’anarchia dei comportamenti e di ricercare punti di riferimento per quanto possibile condivisi.

Che cosa è giusto fare? Come orientarsi di fronte a scelte complesse?

Segnalo il blog Moralia (sul sito della rivista Il Regno) che da non molto tempo offre spunti di riflessione su questo tema

Trenord, Toninelli: pendolari priorità

Il Corriere dell’Umbria (14 novembre): Trenord, Fontana: ”Mi sembra stia cambiando l’aria”

Il Cittadino (14 novembre): È il giorno di Trenord e dell’incontro a Roma con Fontana, Toninelli: «Venerdì rinnoviamo il Cda»

Per restare aggiornato iscriviti al gruppo facebook Pendolari Trenord Paderno Dugnano

Firma la petizione TRENORD: treni soppressi e in ritardo, ora basta!